Gruppo Censeo

article-img

Gruppo Censeo

Il Gruppo Censeo nasce nel 2011, si occupa prevalentemente di ristrutturazioni immobiliari con la cura che caratterizza gli artigiani della nostra terra. Gruppo Censeo è una giovane azienda dinamica ed aggiornata, che continua ad ispirarsi ai valori senza tempo degli artigiani bergamaschi. 

La nostra collaborazione con il Gruppo Censeo è iniziata nel Settembre 2016: da allora, dopo circa un anno, gestiamo costantemente i canali social dell'azienda ed il sito web che abbiamo realizzato per loro a Gennaio. 

Il sito web gruppocenseo.com

Abbiamo creato un sito estremamente dinamico, come dinamico è il contesto in cui opera Gruppo Censeo: la grande Milano, in continuo mutamento, traspare dai progetti che vengono costantemente aggiornati nelle sezioni dedicate del sito. Inoltre abbiamo creato una sezione News che manteniamo costantemente aggiornata. In questo modo Gruppo Censeo può comunicare in modo efficace le nuove tecniche utilizzate in cantiere e i nuovi progetti realizzati. Sempre nella sezione News raccontiamo attraverso i nostri servizi fotografici gli eventi Censeo per l'Arte, organizzati presso le location ristrutturate dal Gruppo Censeo in collaborazione con artisti del panorama milanese.

Guarda il sito web che abbiamo realizzato per Gruppo Censeo www.gruppocenseo.com e segui il loro profilo Instagram e la pagina Facebook per vedere come ci occupiamo della loro immagine.

Censeo per L'Arte - via Lepontina, Milano - Servizio fotografico realizzato da Vepica

 

Censeo per L'Arte - Torre Branca, Milano - Servizio fotografico realizzato da Vepica

user-avatar
Creato da Martina Carantani

Laureata in "Graphic Design & Multimedia", sono specializzata in comunicazione, graphic e web design, social marketing. Il mio obiettivo è quello di comunicare in modo innovativo il valore aggiunto dei miei clienti, cercando di fare della comunicazione accessibile e sostenibile un vantaggio creativo. Nel 2012 vince il premio "Targa Pirella" con la campagna sociale nazionale “Le donne, sempre le donne”.